Notizie01.06.2022

La filiera Casalasco, una garanzia per Private Label e Co-packing

Il know how incontra la ricerca nelle buone pratiche agricole

La filiera Casalasco, una garanzia per Private Label e Co-packing

Casalasco può contare sulla prima filiera agro-industriale del pomodoro in Italia, la terza in Europa, con una capacità di trasformazione di oltre 570.000 tonnellate di pomodoro conferite dalle 560 aziende agricole socie, tutte dislocate nelle aree produttive di Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto e Piemonte.

Il valore della filiera di Casalasco, però, va oltre i numeri.
Si tratta di un patrimonio di know how che ha le radici nella tradizione agricola del territorio e che continua con una costante attenzione alle buone pratiche agricole garantita dal nostro ufficio agronomico.
 

Una filiera integrata

Anche se la campagna del pomodoro si svolge nel corso di pochi mesi, il lavoro dura tutto l’anno, con la preparazione dei campi che comincia ben prima della semina in serra, quando nel cuore dell’inverno i terreni vengono analizzati e fertilizzati.

Casalasco lavora fianco a fianco con le ditte sementiere, assicurandosi semi di pomodoro rigorosamente certificato OGM free e selezionando varietà che coniugano le esigenze degli agricoltori, come buona produttività, sanità della pianta e grado zuccherino ottimale dei pomodori, e le richieste produttive: colore, consistenza, fattori strategici dal punto di vista commerciale come la concentrazione di licopene e lo studio di particolari varietà di pomodoro.

Tutto questo preservando la biodiversità e quindi la fertilità del suolo, attraverso la rotazione delle colture e la creazione di nuove aree ecologiche, come fasce alberate o aree seminate con piante adatte agli insetti impollinatori.

In quest’ottica assume sempre maggiore importanza il miglioramento della gestione dei fattori di produzione attraverso sistemi di monitoraggio delle malattie, la lotta biologica e l’agricoltura di precisione.

In una percentuale sempre maggiore dei campi, infatti, il livello di rigoglio delle piante viene monitorato con sistemi satellitari e trattori attrezzati di sensori, mentre il livello di umidità del terreno è tenuto sotto controllo grazie a sonde che permettono di intervenire in modo mirato senza dispersioni d’acqua.

Il risparmio idrico è infatti un altro fattore su cui Casalasco si attiva con tecniche di microirrigazione che garantiscono alle piante l’acqua necessaria riducendo al minimo gli sprechi.

La fertirrigazione segue lo stesso approccio di accuratezza e ottimizzazione, con interventi di fertilizzazione delle piantine che impiegano i prodotti necessari in modo localizzato e con una precisione tale da prevenire gli sprechi.
 

Una certezza per clienti e partner

Cosa comporta tutto questo per chi sceglie Casalasco per la produzione dei prodotti a marchio proprio?

La filiera di Casalasco. integrata e controllata dal seme allo scaffale, garantisce un approvvigionamento costante e di alta qualità del pomodoro, che viene fornito anno dopo anno dalle aziende agricole socie con le quali Casalasco ha in essere una collaborazione di lungo periodo.

Una garanzia in più in tempi di crescente incertezza.